Innovative ideas for cultural and creative sectors in Europe

mAppArt

Archive the Public Art

Map the artistic production in "public" spaces. The information collected will create the first database on public art, available on an Internet site and a dedicated application. In addition, the site and the application will serve as places in which to fill in the coordinates, the photos, the descriptions.

Innovation

Il progetto si presenta come il primo strumento dedicato alla condivisione delle informazioni sulla produzione artistica del presente, arte pubblica, collocata al di fuori degli spazi dedicati all'arte definiti istituzionali. Non ci sono limiti geografici, è pensato per tutto il mondo, ogni utente seleziona quali opere d'arte pubblica e quali "oggetti" permanenti o/e temporanei abbiano un valore artistico e li segnala mettendo una bandierina sulla mappa. Visualizzando la mappa altri utenti hanno la possibilità di trovare informazioni per raggiungere il luogo in cui l'opera è collocata e confrontarsi con essa. Si rinnova il concetto di passaparola, da sempre il meccanismo alla base del processo di selezione e di promozione nel sistema dell'arte, sia del mercato (collezionisti, gallerie), sia della comunità dei fruitori (pubblico, turisti, operatori del settore). Questo concetto, tramite il progetto mAppArt, viene amplificato servendosi di una struttura che ha trovato uno sviluppo organizzato nelle forme di alcune applicazioni diffuse in altri ambiti del turismo come l'enogastronomia o l'ospitalità (Trip Advisor, ecc). L'innovazione la si ritrova inoltre negli effetti di una gestione delle informazioni raccolte e organizzate in questo modo: l'arte pubblica riuscirebbe a raggiungere i suoi obiettivi fondanti, acquisendo più spettatori e vice versa gli spettatori avrebbero più informazioni e più consapevolezza nel confrontarsi con essa.

Technology

I mezzi tecnologici in gioco sono, il web, gli smartphone, i tablet e la rete Gps per creare una rete intelligente di informazioni che attraverso un database vengono archiviate e ridistribuite. Raccolta dei dati: le informazioni raccolte sono coordinate geografiche, fotografie , descrizione delle opere, Autore e recensione. Questi dati potranno essere inseriti direttamente da smartphone o tablet con applicazione dedicata o da sito web. Consultazione: tutti i dati raccolti saranno archiviati in un Gis consultabile via web o su applicazione dedicata. In questo modo vengono legati diversi strumenti tecnologici che porteranno alla nascita di un sistema informatico geografico al servizio della comunità artistica per confrontarsi e poter vedere la produzione di luoghi lontani e vicini.

Target Group

Tutti i frequentatori del web con una passione per le arti visive. In particolare il destinatario ideale è una persona che cerca itinerari artistici non istituzionali e che ha una curiosità di conoscere quelle opere che definiscono in maniera peculiare ciascuna città. Possesso di conoscenze informatiche di base.

Implementation

Creare il sistema: sviluppare il sito internet, sviluppare l'applicazione, creare il database e il sistema gis. Istituzione gruppo di lavoro per verificare i dati inseriti Campagne/eventi di raccolta dati in collaborazione con gli enti locali. Patnerships con associazioni culturali artistiche locali per condividere e implementare il database, in particolare focalizzando l'attenzione sugli eventuali linguaggi artsitici, "endemismi" caratterizzanti ciascun paesaggio urbano al fine di ricostruirne il percorso storico e la loro evoluzione. Collaborare con istituzioni dell'arte contemporanea e moderna per creare percorsi turistico - culturali che possano raccontare le città e i territori.

Sustainability

L'applicazione sarà gratuita . Inizialmente per inserire i dati si farà riferimento ad eventi in collaborazione con gli enti locali e le associazioni per la promozione dei territori dove verrà coinvolta la cittadinanza. Il concetto è di promuovere la propria città con un mezzo che diverrà guida per l'esplorazione artistico / culturale. Una volta che il database avrà raggiunto una certa consistenza diventerà oggetto di studi e considerazioni sul mondo dell'arte del presente e si potrà iniziare a monetizzare collaborando con le istituzioni culturali e le istituzioni turistiche. Inoltre si può pensare a delle campagne di mappatura su commissione.