Innovative ideas for cultural and creative sectors in Europe

stArt

Performance Goes Online

"stArt" is meant to be a web platform to create, produce and disseminate performance art in an alternative and new way. Through multimedia, viewers participating in an art project on stArt become interactive participants of the implementation phase of the performance. Video demonstration: http://youtu.be/JQVS4rqzNes

Innovation

Il progetto stArt si propone di compensare con le potenzialità comunicative del web, i limiti tradizionalmente legati alle espressioni d'arte performativa. In un settore in crisi di finanziamenti, diffusione e pubblico qual è oggi il teatro, con la piattaforma web stArt si offrirebbe la possibilità mai sperimentata prima di coinvolgere chiunque voglia alla fase creativa, produttiva e distributiva di uno spettacolo. Caricando il progetto di spettacolo su stArt, il regista diverrà il coordinatore di una squadra di collaboratori costituita dagli utenti iscritti che aderiranno all'idea: questi prenderanno parte ai processi produttivi e decisionali, in campo registico o drammaturgico, della messinscena, abbattendo i confini geografici e sintetizzando le rispettive identità culturali. Attraverso la multimedialità del web, gli utenti potranno seguire, influenzare e determinare in modo orizzontale e democratico le scelte che il coordinatore presenterà. I partecipanti potranno inoltre finanziare il lavoro seguito, organizzando una produzione autonoma e diretta, costituendo inoltre una rete di distribuzione delle pièce, in virtù delle differenti collocazioni geografiche. Si sperimenta così la creazione di un'opera d'arte performativa collettiva che grazie al web gode di visibilità prolungata, coinvolgendo, responsabilizzando e fidelizzando il pubblico che diviene soggetto attivo, elevato a un grado nuovo di partecipazione, in una sinergia improntata sulla democratizzazione della cultura.

Technology

La piattaforma web stArt sfrutta le tecnologie sviluppate dalle esperienze dei social network, di piattaforme di crowdfunding e di democrazia diretta. Fin dalla presentazione del progetto di spettacolo su stArt per la creazione di una squadra di utenti iscritti, è possibile caricare supporti video e fotografici. Il regista-coordinatore imposta il grado di partecipazione predefinito con cui condividerà il progetto per i collaboratori online e potrà richiedere specifiche professionalità per comporre la squadra. Ogni proposta fruisce di un profilo su stArt che raccoglie progressivamente il materiale (video, immagini, bozze, documentazioni) caricato online dal coordinatore e sottoposto ai commenti dei collaboratori. Le prove dello spettacolo, a cadenza fissa, vengono ad esempio trasmesse in streaming e restano online per la consultazione della squadra che, dopo un determinato periodo, viene chiusa alle nuove iscrizioni. Le scelte che, a seconda del grado di partecipazione impostato, verranno sottoposte ai collaboratori, saranno votate democraticamente tra le opzioni precedentemente specificate dal coordinatore – opzioni frutto del confronto con la propria squadra. I collaboratori e gli altri utenti potranno finanziare le varie esigenze che emergeranno attraverso un sistema di raccolta fondi online (crowdfunding) collegato a ciascun profilo di stArt. Varie possibilità pubblicitarie e distributive del prodotto finito potranno organizzarsi e coordinarsi in seno alla piattaforma stessa. Video dimostrativo: http://youtu.be/JQVS4rqzNes

Target Group

La piattaforma stArt costituirà un punto di riferimento in primo luogo per qualsiasi artista performativo voglia sperimentare una realizzazione creativa partecipata: tramite stArt sarà possibile sfruttare visibilità e comunicazione basata sul coinvolgimento e l'aspettativa durante tutto l'arco di compimento del progetto. Da anni il crowdfunding online rappresenta inoltre la possibilità produttiva primaria per gli esordienti e molte realtà culturali che, diversamente, denuncerebbero difficoltà a trovare finanziamenti estranei alle logiche di mercato omologanti. Il team di artisti-collaboratori composto in stArt potrà invece vantare totale autonomia produttiva e aggirerà direttamente il problema della distribuzione e delle spese ad essa legate, poiché obiettivo di stArt è la formazione di una filiera di relazioni tra utenti che compongono una rete culturale internazionale. Di conseguenza rientra nel target qualsiasi utente sensibile a queste problematiche, che voglia sperimentare la compartecipazione artistica a progetti di vario genere e il confronto transculturale tra identità differenti. Le possibilità di sviluppo della piattaforma verso un archivio internazionale delle arti performative rappresenta una conferma del target di artisti, pubblico e professionisti del campo oltre i confini nazionali. Un eventuale allargamento delle compartecipazioni online su stArt alle opere audiovisive prospetta una significativa estensione del target alle ulteriori categorie coinvolte.

Implementation

L'elaborazione e lo sviluppo del progetto stArt richiede l'applicazione di competenze informatiche di progettazione web e software. La strutturazione della piattaforma web deve contemplare possibilità di iscrizione per gli utenti partecipanti e caricamento di progetti organizzati per differenti profili. Ogni profilo, visitabile dagli utenti iscritti, raccoglierà il materiale multimediale del progetto, caricato online dal regista-coordinatore e che gli utenti potranno commentare. Il sito stArt dovrà altresì convogliare le funzionalità proprie delle piattaforme di democrazia diretta e di crowdfunding online. La realizzazione toccherà quindi i problemi della definizione e organizzazione dell'impianto adeguato, con la costruzione di un'infrastruttura apposita e un progressivo sviluppo dell'applicazione online. In una logica di sostenibilità, stArt potrà integrare tra le proprie funzioni, le applicazioni necessarie per la realizzazione di lavori audiovisivi compartecipati con le medesime procedure definite nel campo delle arti performative. Allo stesso scopo, si potrà strutturare sulla piattaforma un archivio degli spettacoli – anche elaborati esternamente a stArt. La successiva affermazione della piattaforma web potrà avvalersi della collaborazione capillare di teatri-partner che, in un raggio internazionale, potranno intavolare progetti di lavoro, bandi, concorsi e festival che si avvalgano di stArt per la composizione degli spettacoli, creando occasioni di cooperazione culturale e sperimentando forme alternative di produzione e incontro.

Sustainability

Una prospettiva di sostenibilità del progetto stArt parte da una riflessione nel confronto con i siti concorrenti: il modello di raccolta fondi proposto in stArt ricalcherebbe la funzionalità degli altri siti di crowdfunding online, con la discriminante fondamentale che farebbe del finanziamento solo una componente intermedia del percorso compartecipato di creazione artistica, determinato dagli utenti interattivi in tutta la sua durata. Delle commissioni minime trattenute sulle campagne di raccolte fondi determinerebbero un genere di introito basilare. In conseguenza del fatto che i servizi primari di stArt dovrebbero essere gratuiti per artisti e per utenti partecipanti, è prevedibile un periodo limitato di diffusione della piattaforma caratterizzata da totale gratuità. Successivamente, un ampliamento di stArt presenterebbe nuove funzioni, accessibili previo pagamento. Tra le funzioni aggiuntive può rientrare un archivio online degli spettacoli, – originari o meno della piattaforma, – che faccia di stArt un tramite tra artisti e produttori di professione, così da favorire la distribuzione teatrale oltre i limiti oggi esistenti. La piattaforma stArt potrebbe altresì organizzare campagne di viral marketing, festival ed eventi reali itineranti e a cadenza fissa, strutturati dall'attività online, che possano generare lavoro, profitto e partnership con i vari teatri delle aree che, su scala internazionale, progressivamente fruiranno della piattaforma. La successiva apertura di stArt alla compartecipazione per la realizzazione di lavori audiovisivi costituirebbe un ulteriore crescita per estensione dell'utenza e per possibilità di monetizzazione.